Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_berlino

Scienza e tecnologia in Germania

 

Scienza e tecnologia in Germania

La Germania investe in Ricerca e Sviluppo (R&S) in maniera consistente, riconoscendone il ruolo di traino economico. Nel 2013 gli investimenti hanno ammontato a 79,7 miliardi, pari al 2,84% del PIL, in leggera discesa dal 2,88% del 2012 (2014 stimati 83,9 miliardi, 2,88% del PIL). Il 60,2% di questi fondi sono spesi nelle tre regioni Baden-Württemberg, Baviera e Nord-Reno Vestfalia. Gli investimenti in istruzione e ricerca assommavano nel 2013 a 257,4 miliardi, pari al 9,1% del PIL (265,5 miliardi stima per il 2014).

Il governo federale (Bund) ha investito in R&S nel 2014 14,2 miliardi di euro, più del 55% in più rispetto al 2005 (ultimo anno del governo Schröder). Per il 2016 sono previsti 15,8 miliardi, di cui 9,5 amministrati dal Ministero Federale per l’Istruzione e la Ricerca (BMBF) e 3,4 dal Ministero Federale dell’Economia (BMWi). Nel contratto di coalizione del 2013, CDU e SPD si sono impegnati a mantenere l’intensità’ degli investimenti: 9 dei 23 miliardi di nuove spese “garantite” dal contratto andranno a istruzione e ricerca, temi ai quali è dedicato lo stesso spazio che all’economia nel suo complesso.

Ulteriori dati e scomposizioni:
1. Con quasi 2/3 degli investimenti in R&S a carico dell’industria, la Germania è seconda solo al 77% del Giappone, e davanti agli USA (61%).
2. La maggioranza relativa dei 49 miliardi di euro in R&S investiti dalle industrie in ricerca al loro interno è dell’industria automobilistica, con 16,2 miliardi.
3. I fondi pubblici sono divisi fra governo federale, con 11,9 miliardi, e regioni (Laender), con 10,1. I fondi regionali sono indirizzati in gran parte (86%) alla ricerca universitaria.
4. I settori maggiormente finanziati da fondi federali sono (dati 2014): bio-medicina (circa 2 miliardi), aviazione-spazio (1,4 miliardi), clima-ambiente-sostenibilità (1,2 miliardi), energia (1,2 miliardi).
5. 589.000 posti di lavoro (FTE, “full time equivalent”) in R&S (di cui 60,2% ricercatori).

Un quadro più esteso del sistema della ricerca tedesco può essere scaricato qui


121