Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_berlino

Commercio Bilaterale

 

Commercio Bilaterale

Germania e Italia vantano una collaborazione economico-commerciale consolidata e sempre dinamica. Prima economia dell’UE e responsabile per circa il 27% del PIL totale dell’area Euro, la Germania condivide con l’Italia una struttura economica che fa perno sull’industria manifatturiera ed è fortemente orientata all’export.

La Germania è il nostro primo partner commerciale – sia come mercato di sbocco dell’export, sia come Paese di provenienza dell’import italiano – oltre ad essere il primo Paese di provenienza dei turisti stranieri che giungono in Italia.

Dal punto di vista commerciale, l’importanza reciproca delle relazioni bilaterali è testimoniata anzitutto dall’elevato volume dell’interscambio italo-tedesco, che nel 2015 ha quasi raggiunto i 107 miliardi di Euro. Si tratta di una cifra che corrisponde quasi alla somma degli scambi che il nostro Paese intrattiene con Francia e Regno Unito insieme.

I dati più recenti indicano che nei primi otto mesi del 2016 le esportazioni italiane verso la Germania sono cresciute del 5,35%, raggiungendo i 34 miliardi di Euro e collocando il nostro Paese al quinto posto tra i paesi importatori della Germania. Si è rilevato in particolare un aumento significativo dell’export di autoveicoli (+12,31%) e macchine elettriche (+10,67%), voci che trovano riscontro nelle prime quattro posizioni riferite all’import totale della Germania dal mondo, a conferma dei consolidati rapporti di subfornitura esistenti tra i due Paesi e dell’eccellenza delle nostre imprese dei settori citati.

Sul versante opposto, le importazioni tedesche in Italia sono aumentate del 6% rispetto allo stesso periodo del 2015, arrivando a 40,3 miliardi di Euro e facendo dell’Italia il sesto mercato di sbocco della Germania.

Oltre ai numeri del commercio bilaterale, sono altrettanto significativi i flussi di investimento in entrambe le direzioni: si stima infatti che le imprese tedesche partecipate o controllate da capitale italiano siano oltre 2100, occupando più di 81000 dipendenti. Sul fronte inverso, gli investimenti tedeschi in Italia sono ripartiti su oltre 1800 imprese, creando circa 125000 posti di lavoro.

La solidità dei rapporti italo-tedeschi in ambito economico sono confermati dagli intensi rapporti di collaborazione esistenti fra la Confindustria italiana e la sua consorella tedesca BDI, che tutti gli anni, nel mese di ottobre, organizzano il Business Forum di Bolzano.

E’ possibile rinvenire dati ed analisi aggiornate sull’economia tedesca e sui rapporti commerciali con l’Italia alla pagina “Germania” di infoMercatiEsteri, sito realizzato dalla Farnesina – con i contributi dell’Agenzia ICE, ENIT e Camere di Commercio italiane all'estero – al fine di mettere a disposizione del sistema produttivo italiano uno strumento ricco di informazioni utili per le scelte di internazionalizzazione.

http://www.infomercatiesteri.it/paese.php?id_paesi=69


100